fare come quando piove e io mi scordo l’ombrello *

tra palazzoni, scale mobili
e la bellezza eterna
stupirsi in metro
di uno che ha comprato una fionda
e di conseguenza
perdere la fermata
ma era felicità
correre sulle strisce pedonali
rischiando di farsi investire
e col fiatone
dopo una salita
ridere su una panchina
di una canzone in testa
che non se ne vuole andare
tenerti una cartina
e poi gustarsi in silenzio
l’aroma
e anche la Roma
che sa ancora farti
innamorare

* E’ sempre bello – Coez

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: