la crudeltà del foglio bianco

è cosi atroce
questo foglio bianco,
non mi lascia in pace
mi tormenta
è sempre pronto a chiedermi
se ho una storia da raccontare,
ma non riesco mai a soddisfarlo
ogni volta che mi sembra
di averla trovata
mi perdo,
sempre nel solito
imbuto emozionale
se solo sapessi
come andare avanti,
lo farei volentieri,
invece mi fermo,
rileggo e mi rimangio tutto
e allora ricomincio da capo,
anche se non serve a niente
ritorno sempre allo stesso punto
un punto morto
dovrei forse fare più esercizio,
mettermi ogni giorno
davanti a questo foglio bianco
e scrivere
cose anche senza senso,
fino a riuscire a trovarlo

non è più divertente tirare a campare, soprattutto non è più originale *

vorrei trovare
delle regole comuni
parole chiave
cenni con le mani
su cui poter costruire
una storia d’amore
con un buon finale
qualcosa da cui iniziare
vorrei poter trovare
qualche indizio
un aiuto dal pubblico
una telefonata
da qualche casa
remota
da gente sconosciuta
che, onestamente, mi dica:
coglione, stai sbagliando strada!
e smetterla
di riciclare
la stessa scusa
usare il blocco dello scrittore
per non giocare
un’altra partita
per paura di perdere
quel poco di lucidità
che ti rimane
perché non è più divertente
tirare a campare
soprattutto, non è più
originale

* Questo paese – Daniele Silvestri

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito