vestiti da sandra che io faccio il tuo raimondo *

c’erano giorni
che avevano
una certa importanza
e ora non hanno
nessuna rilevanza
che posso farne senza
colpa di quello
che avevamo in mente
dell’amore giovane
prepotente
scoprirsi ogni giorno
per poi farsi male
e continuare
a perseverare
come quando
fuori piove
come un gioco
di parole
che non ti fa più ridere
ma nemmeno piangere
chissà cosa succede
quando ti sogno
quale strano motivo
quale mistero
prima mi guida
e poi lì mi abbandona
nell’alone di qualcosa andato
non tempo sprecato
solamente vissuto male
sotto le aspettative
in bilico su una fune
e ancora
dopo molto tempo
quel gioco di sguardi
ma che minchia hai da guardarmi
se poi non vuoi toccarmi?

* Del verde – Calcutta